Seleziona lingua

A vendemmia quasi conclusa il vignaiolo Fabio Ferracane racconta come è andata: “La vendemmia per me è un rito affascinante. E’ l’esame di maturità che il vignaiolo deve sostenere con se stesso e con la sua terra.

 

Anche quest’anno è quasi fatta! Il duro lavoro di un intero anno si è concretizzato nel suo atto finale, la vendemmia. “Siamo quasi alla fine di un periodo, quello della vendemmia, che per me è unico –dice con l’entusiasmo che lo contraddistingue l’En. Fabio Ferracane – anno dopo anno sono sempre più orgoglioso del lavoro che faccio e la vendemmia per me, come penso lo sia per ogni vignaiolo, è un rito affascinante, meraviglioso, se vogliamo anche liberatorio dei duri momenti di lavoro trascorsi in vigna nei mesi precedenti. E’ il momento in cui fai i conti con te stesso, vedi il risultato finale dei sacrifici fatti. E’ l’esame che il vignaiolo deve sostenere con se stesso e con la sua terra, quella stessa terra che insegna e ti dà da vivere, per ottenere i frutti dopo mesi di paziente lavoro. Non è un esame di riparazione ma di maturità…che si ripete ogni anno!Dal momento della fioritura vedi le viti sviluppare poco per volta i grappoli…li vedicrescere e aspetti con pazienza che raggiungano il momento adatto per essere raccolti!

La vendemmia non è la fine del nostro lavoro – continua Fabio – anzi al contrario è l’inizio, è il momento in cui si suda, anche sotto il sole, per raccogliere i grappoli e sistemarli nelle cassette. Tutto viene fatto rigorosamente a mano. Stiamo vivendo e concludendo nei vigneti aziendali una fase molto delicata ai fini della produzione di vini di qualità, la fase in cui bisogna sporcarsi le mani…cosa che io, da vignaiolo, amo fare!

La vendemmia per la Casa Vinicola Ferracane è iniziata verso la terza decade di Agosto con la raccolta delle uve Merlot, per proseguire subito dopo con il Grillo e il Nero d’Avola. In questi giorni abbiamo vendemmiato le uve Catarratto per la produzione del Guanciabianca 2016 e a seguire ha avuto inizio l’anulazione dei tralci di quelle viti di Catarratto destinate alla produzione dell’Elisir. “Anche quest’anno c’è voluta molta attenzione e pazienza per effettuare la circoncisione dei tralci – spiega il vignaiolo Fabio Ferracane – il rischio è quello di tagliare il tralcio e vanificare il lavoro. Ma è andato tutto bene e la prossima vendemmia tardiva di Catarrattoè prevista per fine Ottobre o inizi di Novembre, quando le uve avranno raggiunto il giusto grado zuccherino per effetto della loro surmaturazione.”

E se l’atto conclusivo della vendemmia 2016 per la Casa Vinicola Ferracane sarà la vendemmia tardiva delle uve di Catarratto è invece quasi pronto l’Elisir della vendemmia tardiva dello scorso anno. Sono sempre 450 le bottiglie che stanno pazientemente affinando l’Elisir 2015 imbottigliato dall’unica barrique di castagno di 225lt. A breve le bottiglie di Elisir 2015 potranno essere messe in commercio e soddisfare le richieste dei tanti clienti appassionati.

Unico neo della vendemmia 2016 è stato un calo di produzione nella quantità di uve Grillo e Nero d’Avola: “Colpa della peronospora, da sempre nel nostro territorio malattia molto difficile da prevedere e contrastare, che ha causato una produzione del 15% in meno di uve Grillo e del 20% in meno di uve Nero d’Avola rispetto allo scorso anno. La peronospora tuttavia– rassicura Fabio–non inficerà minimamente sulla qualità dei vini “Magico” Grillo 2016 e “Guancianera” 2016 essendo un tipo di malattia che danneggia la produzione delle uve in termini quantitativi e non qualitativi. Anche quest’anno dalla Vendemmia 2016– conclude soddisfatto Fabio Ferracane - mi aspetto vini di ottima qualità!!!!

 

                                        Marcello Scarpitta

                                        Ufficio Stampa

                                        Casa Vinicola Ferracane

                                        Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fabio Ferracane: “Il 31 Luglio e il 1 Agosto vi racconteremo le esperienze di un’altra ottima annata”

 

Anche quest’anno il buon vino e la buona musica si danno appuntamento a Castelbuono, piccolo gioiello sulle alture delle Madonie che dal 2007 organizza tra la fine di Luglio e i primi di Agosto il DiVino Wine Festival, kermesse enogastronomica che fonde arte, cultura e musica con la degustazione dei migliori vini italiani ed internazionali. La Casa Vinicola Ferracane sarà presente il 31 Luglio e il 1 Agosto per la terza volta insieme ad altre 170 aziende vitivinicole siciliane e di tutta Italia oltre ad aziende di Francia (buona parte provenienti dalla zona dello Champagne), Portogallo, Inghilterra, Ungheria, Nuova Zelanda.

Il liet motive delle serate castelbuonesi sarà la musica della Blues Band più grande d’Europa, la Blues & Wine Soul Festival, band composta da 18 elementi italiani e americani che hanno nel bluesman Joe Castellanoil loro frontman. Non mancherà una serata dedicata ad alcune “cover” di Francesco Guccini (“mi piace far canzoni e bere vino” canta nell’”Avvelenata” il cantautore modenese). Gli spettacoli musicali si svolgeranno in Piazza Castello mentre le degustazioni dei vini si terranno il 31 Luglio nel suggestivo Chiostro di San Francesco a partire dalle 18.30. La sera successiva sarà il momento della Cena sotto le Stelle in Via Sant’Anna dove i ristoratori di Castelbuono,su prenotazione, faranno assaggiare pietanze tipiche della tradizione madonita.

La Casa Vinicola Ferracane – ricorda FabioFerracane, enologo e vignaiolo-dà appuntamento al Chiostro di San Francesco di Castelbuono per far degustare i vini della vendemmia 2015, per un momento di confronto con tutti i wine-lovers, per raccontare le esperienze di un’altra ottima annata, per comunicare attraverso un calice di vino la passione per un lavoro che non smette mai di stupire…di regalare sempre soddisfazioni e nuove emozioni!”

 

                                                                          

                                                                                                                                                 Marcello Scarpitta

                                                                                                                                                 Ufficio Stampa

                                                                                                                                                 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il vignaiolo Fabio Ferracane, traccia un bilancio dell’anno che si sta per chiudere ed invita ad affrontare insieme con serenità e coraggio l’anno che verrà: - “Ogni volta che viene aperta una bottiglia di Vini Ferracane è meraviglioso sapere che in quel momento ci sono persone che stanno condividendo quanto noi facciamo.”

 

          Il 2015 sta volgendo al termine e, come per tutte le aziende, è tempo di bilanci anche per la Casa Vinicola Ferracane. “Per una piccola azienda il cui obiettivo è produrre vini di qualità ricercando sempre l’eccellenza nei propri prodotti dice l’Enologo Fabio Ferracane, direttore tecnico dell’azienda che ama definirsi innanzitutto un vignaiolo - è essenziale non soltanto avere i conti in ordine, e quindi un anno contabile in positivo, ma anche e soprattutto avere avuto in tutti i sensi un’ottima annata! Dare uno sguardo approfondito all’anno appena trascorso è indispensabile per poter proiettare se stessi anima e corpo nell’imminente anno che verrà!

          L’anno 2015 è stato caratterizzato da una produzione totale di 10057 bottiglie, ben 2021 bottiglie in più rispetto a quanto imbottigliato nell’anno precedente. “I nostri sono vini di annata – tiene a precisare Fabio Ferracane – e questo per noi è molto importante. Il vino imbottigliato nel 2015 è stato quasi tutto venduto fatta eccezione ovviamente per il “Magico” Merlot 2014, imbottigliato un mese fa e che sarà disponibile alla vendita già tra poche settimane. La nostra scelta aziendale di impiegare durante la vinificazione un bassissimo contenuto di solfiti ci impone di vendere possibilmente tutta la produzione annuale per poter far gustare i nostri vini possibilmente entro un anno, al massimo due dal loro imbottigliamento. ”Il messaggio finale al cliente è molto chiaro: i Vini Ferracane vanno bevuti prima che la bassissima quantità di solfiti aggiunti sotto forma di solforosa libera venga ad esaurirsi e quindi prima che questi finiscano per perdere la loro carica di “protettore” dell’aroma e del gusto del prodotto.

          Limitare al massimo l’impiego dei solfiti per ottenere un vino quanto più naturale possibile è un concetto che Fabio spiega anche parlando dell’Elisir, Vendemmia Tardiva di Catarratto, prodotto che è del tutto senza solfiti aggiunti. E lo fa unendo le competenze tecniche dell’enologo a quelle pratiche del vignaiolo che, considerando il vino gioia e poesia, ama trascorrere buona parte del suo tempo laddove si fa veramente il vino: - “Il buon vino lo si fa innanzitutto in vigna – racconta Fabio Ferracane – e l’Elisir ne è la dimostrazione. http://www.casavinicolaferracane.it/it/prodotti/vini/elisir-vendemmia-tardiva-cataratto.html Dopo tutto durante la vinificazione sono molteplici le trasformazioni chimiche che si vengono a creare naturalmente. Io stesso – conclude Fabio - da enologo amo dire che il vino è chimica, in particolare è chimica del gusto ma non serve la chimica per fare il buon vino. Per questo amo bere e produrre solo vini a bassissima solfitazione o laddove sia possibile senza solfiti aggiunti, per intenderci quei vini che non fanno venire il mal di testa! D’altra parte io stesso sono il primo consumatore dei vini che vendo…cerco di volermi bene e produrre vini di qualità è anche un po’ un modo di voler bene oltre che a se stessi anche a chi te li compra, a chi ti ripaga per i sacrifici che fai nel vigneto!

 

          Ed è ancora una volta sul Vendemmia tardiva “Elisir” che Fabio Ferracane ci tiene a soffermarsi: “La Vendemmia Tardiva di Catarratto anche quest’anno mi ha fatto vivere emozioni uniche. Ogni anno è sempre una sfida! Ha avuto inizio il 6 settembre quando ho praticato l’anulazione del tralcio sui vigneti a Guyot.  Il 25 Ottobre ho iniziato la vendemmia tardiva che si è conclusa nello stesso giorno come sempre selezionando le uve di Catarrato di primissima scelta in cassette da non più di 15kg. Quel giorno è stato molto emozionante perché mi sono reso conto che anche quest’anno, dopo tanti sacrifici in vigna, la sfida è stata vinta!”

          Per l’Elisir 2015 Fabio Ferracane ancora una volta ce l’ha messa tutta, senza aggiungere nulla al di là della sua passione e della sua professionalità. Senza aggiungere solfiti, lieviti selezionati e additivi in genere, adesso sarà il tempo a completare la sua “opera”.

          Il 2016 che è alle porte si prospetta in termini di produzione di bottiglie destinate alla vendita ancora migliore rispetto all’anno trascorso. “La migliore annata da quando abbiamo iniziato a produrre uva – precisa Fabio Ferracane - si è conclusa con una delle migliori vendemmie per la nostra azienda e di questo ne beneficerà la produzione dell’anno nuovo. Il merito è da attribuire anche a condizioni meteo molto particolari. La neve a Marsala ai primissimi giorni dell’anno – ricorda Fabio – ha determinato nei vigneti il venir meno di tutti quei batteri e funghi nocivi alla vite, l’inverno molto piovoso è stato utile per la ripresa vegetativa delle piante, Marzo e Aprile sono stati mesi senza piogge, condizione climatica idonea per evitare la Peronospera e l’Oidio, l’estate è stata calda e assolata con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte mentre le piogge della seconda decade di Agosto sono state utili all’accrescimento e al turgore degli acini che non hanno subito fenomeni di disidratazione considerato che noi non irrighiamo i vigneti e lasciamo che siano le piogge eventualmente a farlo. Il risultato di queste oscillazioni climatiche si è tradotto tra la fine di agosto e i primi di settembre in una vendemmia eccezionale con uve di ottima qualità che presentavano un buon pH e un’ottima gradazione zuccherina!”

          Adesso per l’azienda della Fatina di Bacco è tempo di prepararsi per l’anno che verrà con la stessa passione, dedizione, impegno ed entusiasmo che da sempre sono stati il motivo conduttore dell’attività svolta da Fabio Ferracane e dai suoi collaboratori. Ma è anche tempo di ringraziamenti e di auguri: - “Desideriamo ringraziare innanzitutto i nostri clienti con cui trascorriamo ogni anno che passa sorseggiando un calice di buon vino. –dice Fabio Ferracane - Grazie per la fiducia che riponete nel nostro lavoro e nei nostri sacrifici. Ogni volta che viene aperta una bottiglia di Vini Ferracane è meraviglioso sapere che in quel momento ci sono persone che stanno condividendo quanto noi facciamo. Questo ci dà il coraggio e l’entusiasmo per affrontare con ottimismo l’anno che verrà. Grazie agli agenti di vendita senza i quali non potremmo promuovere la nostra passione. Grazie ad amici e parenti che ci sono sempre vicini e ci incoraggiano ad andare avanti. Voglio infine rivolgere a tutti un augurio sincero perché serenità e coraggio accompagnino ogni giorno il nuovo anno – conclude Fabio Ferracane – serve serenità per vivere in armonia con le persone che amiamo, coraggio per affrontare quelle sfide che in un primo momento ci sembrano impossibili. Buon 2016 a tutti e ricordiamoci sempre che…non si beve per dimenticare l’anno che sta finendo…ma per ricordarsi di aver bevuto bene e per…continuare a bere bene anche nell’anno che verrà!!!

          BUON ANNO A TUTTI DALLA CASA VINICOLA FERRACANE!!”

                                                                                                                                                                                             Marcello Scarpitta                                                                                                                                                                                                  Ufficio Stampa                                                                                                                                                                                                        Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Calendario

Giugno 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Ultime

Da Calvisano a P…

L’Azienda Agricola “Fabio Ferracane” dà il benvenuto a tutti gli appassionati...

I Vini Ferracane…

Fabio Ferracane: “A Calvisano un’altra occasione per affermare che vino e ter...

Nasce il primo vino naturalmente frizzante dell’Azienda Agricola “Fabio Ferra...

Presentazione

spot Magico Casa Vinicola Ferracane Sicilia

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.